Dati generali

Dati generali

Guarnizioni impiegate

Le guarnizioni impiegate nelle valvole, per le tenute sui filetti terminali sono in NBR, tutte hanno una temperatura di esercizio compresa tra i -35 C e i +100°C e durezza 85±5 Shore. Per temperature più elevate si possono utilizzare guarnizioni in VITON® con temperatura di esercizio compresa tra i -25°C e i +200°C e durezza 80±5 Shore. I prodotti con guarnizioni e le guarnizioni stesse devono essere gestiti secondo la Norma DIN 7716 (Requisiti per l’immagazzinamento di prodotti in gomma e caucciù).

Tenute sulle filettature terminali

Per ottenere il massimo della prestazione il filetto maschio conico deve essere accoppiato con la filettatura femmina conica. Il filetto maschio cilindrico deve essere accoppiato con la filettatura femmina cilindrica. È possibile praticare l’accoppiamento di una filettatura maschio conica con una filettatura femmina cilindrica, ma questa combinazione è tecnicamente valida solo in presenza di impianti ove siano richieste prestazioni medio basse e mai in presenza di applicazioni ad alta pressione. In caso di avvitamento di filettature cilindriche su dei materiali relativamente teneri è consigliabile usare la tenuta dotata di guarnizione piana, che garantisce una perfetta ermeticità anche in presenza di una coppia di serraggio relativamente bassa.

Tabella compatibilità fluidi

La seguente tabella indica, in base alla diversa compatibilità con il fluido impiegato, la migliore scelta possibile come combinazione tra tipo di materiale del raccordo (acciaio al carbonio o inossidabile), tipo di materiale della tenuta elastomerica (NBR o VITON).

I dati contenuti sono puramente indicativi in quanto possono essere soggetti a variazioni dovute alla pressione, alla temperatura di esercizio, alla temperatura dell’ambiente ed alle condizioni d’uso.  

scarica la tabella

Prescrizioni da rispettare per tutte le serie

\
Utilizzare esclusivamente prodotti e componenti CAST per effettuare la connessione desiderata nell’ambito della stessa cablatura.
\
Applicare integralmente le istruzioni generali, norme di utilizzazione, fattori di sicurezza, istruzioni di montaggio e pressioni di esercizio del raccordo che si intende utilizzare.
\
Rispettare scrupolosamente il campo delle temperature indicate e le relative variazioni di pressione e le portate eventualmente indicate.
\
Rispettare i valori di serraggio indicati e le istruzioni di montaggio.
\
Lubrificare, come indicato nelle istruzioni di montaggio, tutti i componenti con i prodotti specificatamente indicati.
\
Nelle connessioni i tubi in acciaio al carbonio devono essere premontati o svasati prima di effettuare il montaggio a bordo macchina. Non è consentito il montaggio in opera.
\
Nelle connessioni i tubi in acciaio inossidabile devono essere premontati o svasati con attrezzi temperati prima di effettuare il montaggio a bordo macchina. Non è consentito il montaggio in opera.
\
Utilizzare esclusivamente tubi in acciaio (sia inossidabile che al carbonio) richiamati alle pagine 14 e 15 e di alta qualità.
\
Utilizzare boccole di rinforzo su tutti i tubi a parete sottile.
\
Non è consigliato l’accoppiamento di componenti in carbonio con quelli inossidabili.
\
Verificare sempre il corretto allineamento del sistema.
\
Controllare sempre visivamente il corretto graffaggio dell’anello sul tubo.
\
Non è consentito utilizzare tubi, raccordi o effettuare connessioni non conformi.
\
Non è consentito alterare in nessun modo i prodotti CAST.
\
Rispettare scrupolosamente tutte le indicazioni contenute in questo Catalogo Tecnico Commerciale.
Il mancato rispetto di una qualsiasi delle prescrizioni di cui sopra può alterare la sicurezza funzionale dei manufatti e causa la perdita di tutti i diritti di garanzia.

Responsabilità Prodotto

Il D.P.R. 224 – CEE 85/347 recita : “ … la responsabilità sarà imputata alla parte che risulterà essere stata negligente … ”. Nel concreto il Produttore sarà ritenuto responsabile in sede legale solo se il manufatto è effettivamente difettoso. Per contro il Distributore che ha realizzato la vendita dovrà aver provveduto ad accertare che il suo cliente sia effettivamente a conoscenza di tutte le problematiche tecniche inerenti al prodotto stesso, quali ad esempio le istruzioni di montaggio, e che lo utilizzi per delle applicazioni corrette. Allo stesso modo l’Utilizzatore Finale sarà chiamato in causa se, per negligenza, superficialità o dolo, non ha seguito scrupolosamente le prescrizioni scritte del Produttore (Catalogo Tecnico Commerciale) che gli devono essere fornite come supporto tecnico dal Distributore che ha venduto il prodotto. Qualora non ne foste in possesso potete richiederlo direttamente presso i nostri Uffici. In virtù di tale norma di legge la CAST S.p.A. declina ogni responsabilità qualora l’utilizzatore non applichi tassativamente ed integralmente ISTRUZIONI GENERALI, NORMA DI UTILIZZAZIONE, FATTORI DI SICUREZZA, ISTRUZIONI DI MONTAGGIO, PRESSIONI DI ESERCIZIO cosi come una qualsiasi altra informazione tecnica chiaramente indicate in questo Catalogo Tecnico Commerciale e/o il prodotto sia stato modificato o alterato non dalla CAST S.p.A., in quanto il mancato rispetto di queste prescrizioni imperative o le eventuali modifiche apportate possono alterare la sicurezza funzionale dei manufatti e causano la perdita dei diritti digaranzia. Come da normativa citata è prevista una franchigia di 500,00 Euro.

Vuoi maggiori informazioni?
Contattaci per saperne di più